Etiopia

Sulla via della seta di Addis Abeba

Il baco da seta costituisce un’importante risorsa per l’uomo.  I bruchi secernono una bava che si rapprende all’aria utilizzata per costruire il bozzolo della crisalide.  E’ questo involucro costituito da filamenti setosi che viene pazientemente lavorato a mano dalle donne etiopi per formare le matasse di seta grezza destinate alla lavorazione al telaio.

Ad Addis Abeba abbiamo visitato un’officina di lavorazione della seta dove ci si occupa di tutte le fasi:  dall’allevamento alla produzione e alla vendita dei prodotti finiti.

E’ relativamente da pochi anni che si sta sviluppando in Etiopia la lavorazione della seta a produzione artigianale,  grazie alla facilità di allevare i bachi da seta, la resistenza del bozzolo che si conserva e non deperisce e la possibilità di allestire un laboratorio per la filatura  con poche spese utilizzando le tecniche di filatura usate in tutta Etiopia per la filatura del cotone.

Da questa visita si è accesa una lampadina:  perché non realizzare nella casa di accoglienza DAD PCM di Mekelle un laboratorio per la lavorazione della seta? Qui le ragazze e i ragazzi cardiopatici ospitati possono lavorare e  imparare un mestiere che in futuro li può rendere autonomi anche economicamente.

E’ una bella idea, vero?

Etiopia

Potrebbe interessarti anche…