Archivi tag: mekelle

La lettera di ringraziamento di un cittadino etiope

Abbiamo ricevuto da Francesco Auciello, un nostro amico artista che ha partecipato alla mostra “Colori in libertà“ ,  questa lettera che ci sembra giusto e bello pubblicare.

E’ la testimonianza di un cittadino etiope, proprio di Mekelle, la città dove stiamo per realizzare la casa di accoglienza Day After Day PCM, che vive negli USA e ha voluto in questo modo manifestarci la sua personale vicinanza e gratitudine.

E sicuramente è uno dei modi più belli per farci sentire orgogliosi e convinti della bontà del nostro progetto.

My name is Daniel Teklu. Francesco Auciello introduced me to your project, the DAYAFTERDAY center in Mekelle. I would like to first take this opportunity to say THANK YOU VERY much for your caring and generosity to the children of Mekelle. I am so touched by the amazing work you and your association are doing to heal the hearts of the sick children of Mekelle. There is no bigger mission than saving lives of children especially those in need.

I would like to give you a brief introduction about my family and myself. My brothers, sisters and I were raised in Mekelle. Not only us but also our father was born in Mekelle. Mekelle is our beloved hometown. Although I now reside in the United States of America, my heart is always back home, in the beautiful city of Mekelle. We grew up in the wonderful town of Mekelle, surrounded by the big majestic mountains. Growing up in Mekelle although we did not have much to eat or not much to dress and also surrounded by civil war, we enjoyed our childhood to the best we can. It is sad that the same problems we had growing up such as the lack of basic health care, lack of basic education, lack of clean drinking water are still the realties to a lot of children of Mekelle. Yes, there are improvements now from the time we grew up but still many children in Mekelle and its surroundings lack basic health services that should be available for any human being. Your project, DAYAFTERDAY children center, will be a very valuable help to the children of Mekelle and its surroundings. Thanks to your generosity, children with heart problems will no longer die from lack of a proper care. I cannot thank you enough for the incredible work you are doing to provide this clinic to the people of Mekelle.

With the art works Francesco and his artist friends are donating to support the DAYAFTERDAY project shows the big heart he and his friends have towards humanity. I have no doubt that the donation of their artworks for fundraising is so valuable to the success of the project. The center will save children’s lives and there is nothing more precious than a child’s life. On behalf of all the children of Mekelle, my family and myself, I would like to say THANK YOU VERY MUCH to Francesco and ali the artists involved as well as all the people of Italy who continue to support your association to make the clinic a reality.

Please pass my heartfelt gratitude and appreciation to everyone involved on the DAYAFTERDAY project. With your hard work and generosity, I have no doubt that the children of Mekelle will have the clinic very soon. Once again, I thank you Sir and I wish you good luck in your efforts to realize the clinic.

Sincerely, Daniel Teklu

Traduzione

Mi chiamo Daniel Teklu e sono venuto a conoscenze del vostro progetto, il Centro DAYAFTERDAY a Mekelle, tramite Francesco Auciello. Vorrei innanzitutto cogliere l’occasione per ringraziarvi per il vostro interesse e la vostra generosità verso i bambini di Mekelle. Sono molto commosso dell’incredibile lavoro che la vostra associazione sta compiendo per curare i cuori dei bambini malati di Mekelle. Non esiste missione più grande che quella di salvare le vite di bambini, soprattutto di quelli più bisognosi.

Vorrei presentarmi brevemente insieme alla mia famiglia. Io e i miei fratelli e sorelle siamo stati cresciuti a Mekelle e anche mio padre è nato a Mekelle. Mekelle è la nostra amata città natale. Anche se attualmente vivo negli Stati Uniti d’America, il mio cuore torna sempre a casa, nella bella città di Mekelle. Siamo cresciuti nella meravigliosa città di Mekelle, circondati dalle grandi maestose montagne. Siamo cresciuti a Mekelle e anche se non avevamo molto da mangiare o da vestire ed eravamo attorniati dalla guerra civile abbiamo apprezzato la nostra gioventù a pieno. È triste che gli stessi problemi che abbiamo avuto noi crescendo, come la mancanza di cure mediche di base, di istruzione di base, di acqua potabile siano oggi ancora reali per molti bambini di Mekelle. Certo ci sono stati dei miglioramenti nel tempo ma ci sono ancora bambini a Mekelle e nei dintorni ai quali mancano i servizi sanitari di base che dovrebbero essere garantiti per ogni essere umano. Il vostro progetto, il centro DAYAFTERDAY, sarà un prezioso aiuto per i bambini di Mekelle e per quelli vicini. Grazie alla vostra generosità, i bambini affetti da problemi cardiaci non moriranno più per cure inadeguate. Non potrò mai ringraziarvi abbastanza per l’incredibile lavoro che state facendo per garantire una struttura di supporto sanitario alla gente di Mekelle.

Le opere d’arte di Francesco e dei suoi amici artisti che hanno offerto i loro lavori a sostegno del progetto DAYAFTERDAY dimostrano il loro grande cuore. Non ho alcun dubbio che la donazione dei loro lavori artistici come raccolta fondi sia preziosa per il successo del vostro progetto. Il Centro salverà le vite dei bambini e non c’è cosa più preziosa della vita di un bambino. Voglio dire “GRAZIE MILLE” da parte di tutti i bambini di Mekelle, della mia famiglia e da parte mia a Francesco e a tutti gli artisti che partecipano, come anche a tutte le persone in Italia che continuano a sostenere la vostra associazione affinché la costruzione della struttura diventi realtà.

Vi prego di porgere la mia più sincera gratitudine e ringraziamento a tutte le persone coinvolte nel progetto DAYAFTERDAY.  Con il vostro lavoro portato avanti con impegno e la vostra generosità, non ho dubbi che i bambini di Mekelle avranno molto presto la struttura di accoglienza. Nuovamente vi ringrazio e vi auguro buona fortuna.

Sinceramente, Daniel Teklu

Viaggio in Etiopia 10-17 febbraio 2013

La seconda settimana di febbraio una delegazione della nostra associazione si è recata in Etiopia per seguire le attività di volontariato sul territorio di Mekelle.

Il giorno  11 ottobre del 2012 è partito da Castelnuovo di Porto un container carico di materiale sanitario, attrezzature per interventi ortodontici, un’ambulanza e numerosi scatoloni.

Gli scatoloni contenevano considerevoli quantità di:

  • generi alimentari
  • scarpe per i bambini piccoli e per quelli più grandi
  • zainetti completi con set di materiale didattico (due quaderni, un astuccio con i colori) e due magliette

Gli zainetti sono stati lavorati con cura e passione dalle colleghe Assunta Santini, Antonella Ciccomartini, Loretta Calabrese e dalle signore Roberta Della Porta, Sandra Lattanzi, Maria Figliuccio e consegnati ai bambini della scuola di Metoge e alla scuola della casa di accoglienza Day After Day di Milena Onlus a Mekelle insieme ad almeno un paio di scarpe per ogni bambino e bambina.

Tutto questo materiale è stato spedito con container dall’Italia, transitato per Gibuti e a metà gennaio è arrivato via terra all’ospedale di Mekelle.

La gestione logistica del container (scarico materiale, sistemazione e distribuzione) è risultata particolarmente impegnativa e faticosa. Ma il motivo principale del nostro viaggio, e anche l’obiettivo più importante, era la firma dell’accordo per la costruzione della struttura di accoglienza Day after  Day PCM che ospiterà i bambini cardiopatici. L’accordo come abbiamo già documentato, è stato raggiunto. Ora restano da espletare le ultime pratiche burocratiche per l’inizio vero e proprio dei lavori..

Prima di ritornare in Italia abbiamo deciso di acquistare tre chili di carne per i bambini della scuola Day After Day a Mekelle per preparare loro un pasto speciale vista la difficoltà di comprare carne in una realtà come quella etiope.

Dovendo ripartire il sabato mattina abbiamo deciso di preparare una cena per la sera del giovedì, poiché per tradizione il mercoledì e il venerdì non si mangia carne. Sono stati preparati quattro chili di pasta condita con ragu di carne che, cucinata con cura e pazienza, è stata apprezzata da tutti i bambini.

La mattina di sabato si è svolto un incontro importante. I rappresentanti dell’Associazione Gruppo donatori PCM ONLUS sono stati ricevuti nell’Ambasciata italiana dal Consigliere dell’Ambasciatore Renzo Rosso. La dott.ssa Giuliana Del Papa, Vice Capo missione ha ascoltato con interesse  le proposte e le attività dell’Associazione ipotizzando un interessamento futuro e dandoci la sua disponibilità a partecipare personalmente all’inaugurazione della casa di accoglienza.

Un ringraziamento particolare va a Laura Elmi per la sua disponibilità e la sua cordiale accoglienza ad Addis Abeba durante i  nostri spostamenti.

Le foto che seguono documentano i momenti più importanti e belli del nostro viaggio.