3° Trofeo Chianciano Terme – “Tenendoci per mano”

Il gruppo donatori di sangue  va in trasferta.  Squadra e “tifosi”, sono almeno 100  per sostenere e  partecipare  “3° trofeo Chianciano Terme 2005”,  7-8 e 9 ottobre 2005.

Ogni squadra partecipante versa un contributo di euro 200,00 a favore di “Casa Betania”,  luogo di accoglienza  di bambini  nella fascia d’età 0-9 anni e di mamme, gestanti e madri con bambini in stato di particolare necessità.

E così gioiosamente,  tra un calcio e l’altro ad un pallone,  un “samba e un alli galli” e  passeggiate turistiche, la squadra e la tifoseria trascorrono un magico week-end portando a casa il 3° posto nella classifica sportiva, con dentro il cuore l’allegria per aver “dato una mano!”.

Chi dona va in gol

Il Gruppo Donatori di sangue PCM ,  sostenendo il progetto per la costruzione di un nuovo padiglione di  6000 mq. nell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, partecipa  con la sua squadra di calcio alla campagna di solidarietà “ Chi dona va in Gol” per la raccolta fondi.

Una grande festa dello sport allo Stadio Flaminio di Roma il 27 maggio, che ha visto la partecipazione  alla manifestazione sportiva delle squadre del Gruppo donatori di sangue PCM,  Gruppo donatori sangue Cral – Azienda Municipale Ambiente S.p.A.,  Gruppo ENI donatori sangue, “Lex Sport” Magistrati e Avvocati di Roma.

L’evento dedicato agli sportivi, e non solo, è stato allietato dalle note musicali della band pop rock di Michelangelo Lubrano e Giuseppe Silvestri e dalla band Blues e Ballate di Michele Viviani e Maurizio Zaccagnini.

3^ giornata della solidarietà

Questa è  la prima manifestazione di solidarietà alla quale partecipa il Gruppo donatori di sangue.

Grazie alla voglia e alla disponibilità di alcuni colleghi della PCM,  è stata organizzata una squadra di calcio che partecipa a manifestazioni e tornei di beneficenza e solidarietà.

La giornata passata a Giove (Terni) è stata  scandita da visite culturali, rappresentazioni folkloristiche, attività sportive e momenti di socializzazione, ed ha rappresentato il primo inizio di partecipazione  per raccogliere fondi da destinare a progetti di solidarietà.