Un calcio all’indifferenza

Con “un calcio all’indifferenza” l’Ass. turistica Pro loco Penna in Teverina  e il gruppo di Solidarietà di Giove, con il Patrocinio del Comune e  la collaborazione della Polisportiva Penna, hanno organizzato  un triangolare di calcio per la raccolta fondi destinata a famiglie in condizioni socialmente disagiate.

Non siamo voluti mancare e con  la nostra squadra Gruppo Donatori di Sangue abbiamo giocato il triangolare insieme alle rappresentanze di Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato e Penna over 40 .

Per questa occasione, in concomitanza con la Festa della Vendemmia,  il Comune di Penna in Teverina ha organizzato nei rioni del paese angoli di degustazione di prodotti tipici locali accompagnati da vino novello.

5^ giornata della solidarietà

Prosegue la raccolta fondi per la nostra piccola amica Valentina già avviata nella precedente manifestazione del 7 giugno 2006.

Per l’occasione , il Comune di Giove, in collaborazione con la Pro loco di Penna Tiberina e Avis sez. di Giove, organizza in esclusiva la visita del castello medievale e lo spettacolo degli sbandieratori di Vignanello .

L’evento sportivo  vede coinvolte le squadre del Gruppo Donatori di Sangue PCM, Ass.ne Sportiva dilettantistica dipendenti Corte dei Conti,  Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, Vecchie Glorie Giove.

A concludere l’evento una ricca e casereccia cena con festeggiamenti e premiazioni.

La notte delle stelle

Sempre con l’obiettivo di raccogliere fondi per solidarietà, partecipiamo alla manifestazione “La notte delle stelle” organizzata dal Derby del cuore allo Stadio Olimpico di Roma.

Una bella emozione per la squadra del nostro Gruppo quella di giocare il quadrangolare con le altre squadre rappresentate da attori, cantanti, personaggi dello sport e tifosi simpatizzanti di: Roma – Lazio – Inter – Milan, complice  una bella serata di inizio estate!

Per noi lo scopo della manifestazione è dare una mano alla piccola Valentina. Questa è la sua storia.

Valentina è  una bambina cerebrolesa nata nel  1998 dopo solo 32 settimane di gestazione. Il parto prematuro le ha provocato uno stato di coma con conseguente tetraparesi spastica.

Dall’età di cinque mesi segue una terapia riabilitativa domiciliare per 8 ore al giorno, tutti i giorni della settimana. Le continue stimolazioni visive, uditive e tattili hanno permesso a Valentina di  camminare con le stampelle e di riuscire a pronunciare le parole “mamma” e “papà”.

Per circa 4 anni la bambina è stata seguita dall’equipe neurologica del Dott. Delecato di Philadelphia. Da novembre 2004 i genitori di Valentina si sono rivolti ad un nuovo Centro specialistico in Polonia (EUROMED) dove accompagnano la bimba 6 volte l’anno per un periodo di circa un mese.

Il nostro Gruppo si è già dato da fare per sostenere la famiglia di Valentina nelle cure necessarie destinando il ricavato delle “Giornate della solidarietà” che si svolgono ogni anno nel Comune di Giove (TR). Continuerà anche quest’anno a stare loro vicino con la manifestazione che si svolgerà il giorno 10 giugno prossimo.